LE PREGHIERE DELLA SETTIMANA SANTA

Nella preghiera nella Settimana Santa dedicata all’Addolorata, dei Misteri e della Desolata, che nei giorni dove la Chiesa celebra i misteri della salvezza portati a compimento da Cristo negli ultimi giorni della sua vita, a cominciare dal suo ingresso messianico in Gerusalemme, che dalla Messa vespertina “nella Cena del Signore” inizia il Triduo pasquale, che continua il Venerdì santo “nella Passione del Signore” e il Sabato santo ha il suo centro nella Veglia pasquale e termina ai Vespri della domenica di Risurrezione.

Preghiera alla Vergine Addolorata


O Vergine Santissima, Madre di Do, Regina dei sofferenti, comprendo e soffro nel vederti tanto addolorata nel Cuore per il crudele martirio, a cui assistesti personalmente, del Corpo del Tuo Santissimo Figlio, compiuto dalle barbarie mani degli uomini; ma nel tempo stesso provo dolore per i miei peccati, che hanno causato il martirio del Corpo innocente del Tuo Figlio e del Tuo amabile cuore.
Perché sono stato la vera causa dei tuoi dolori con i miei peccati, vorrei esserti motivo di sollievo esprimendoli il proposito di non commetterli ma più.
O Vergine Addolorata, Tu puoi intenerire la durezza di questo mio cuore col renderti partecipe della Tua sofferenza di Madre. Desidero tanto piangere ogni mio errore commesso; vorrei cancellarti tutti e convertirmi sinceramente all’Amore di Dio Padre. Tuttavia, per quando io li possa piangere e detesterò abbastanza perché hanno tolto dal mondo l’Autore della vita, provocando in Te un immenso dolore. Ottienimi, pertanto, o gran Madre Addolorata, dal Tuo Figlio, un vero e continuo dolore di tutti i miei errori. Non merito io un’amicizia così pura, ma lo meritano quelle agonie subite per amor mio nella dolorosissima passione del tuo Figlio. In riferimento ad esse, ti supplico ancora di farmi ottenere la grazia dal tuo benedetto Figlio e poterlo insieme con te lodare e godere per tutti i secoli. Amen.

Preghiera al Cristo sofferente


Ti rendiamo grazie e Ti adoriamo, o Cristo, Figlio Unico ed amatissimo di Dio, Signore di tutte le cose, Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, per nostro amore e per la nostra salvezza.
Ti sei sottoposto ad ogni sorta di oltraggio e di patimento. Gloria a Te, ingiustamente processato e condannato a portare la croce. Gloria a Te, caduto più volte esausto sulla via dolorosa.
Gloria a Te, spogliato delle vesti ed inchiodato in croce.
Gloria a Te, che hai compiuto la volontà del Padre fino a rendere lo spirito.
Gloria a Te, che fosti sepolto e sei risuscitato il terzo giorno.
La Tua Passione e Resurrezione illuminino e sostengano le nostre prove, e la nostra sofferenza; ci rendano disponibili a scelte nuove e coraggiose, alimentino la nostra speranza per il Tuo Regno nei cieli nuovi e nella terra nuova che, con la Tua gloriosa resurrezione, sono già spuntati e già germinano pur tra i segni di morte e di sconforto che sembrano oscurare la gloria della Tua croce; ravvivino in noi la carità, perché in ogni uomo che incontriamo, in ogni persona sofferente, malata, maltrattata ed emarginata sappiamo scorgere le Tue sembianze di Dio fattosi uomo per salvare, redimere e rendere gloriosa la nostra umanità.

Preghiera alla Madonna Desolata


Vergine Santissima, infondi in noi la forza di saper soffrire senza lamentarsi come tu un giorno facesti davanti al tuo Figlio morente sulla croce. Accendi in noi sentimenti di costrizione e di dolore dei nostri peccati.
Insegnaci a saper amare tuo figlio Gesù e a servirLo nei nostri fratelli sofferenti; illumina la mente di tutti gli uomini, specialmente quella degli ammalati ed emarginati perché il tuo Figlio Gesù sia accolto ed invocato quale medico celeste che guarisce e consola i cuori incerti e sofferenti.
Vergine Desolata, tu che sei la Regina della Pace, a te affidiamo le sorti del mondo intero, fa che tutti godano dei benefici della tua Materna Protezione.